Marco Ignazio de Santis

         
In poesia ha pubblicato Uomini di sempre (Lacaita, Manduria 1984), premio “Umberto Saba” 1989; Libro mastro (Levante, Bari 1991); Jesen u srcu (L’autunno nel cuore, trad. di Dragan Mraović, Naučna knijga, Belgrado 1992); Lettere dagli argonauti (La Vallisa, Bari 2007), premio “Renata Canepa” 2008; Dal santuario (Edizioni Helicon, Arezzo 2014) e Ritorno di fiamma. Poesie umoristiche e satiriche (Genesi, Torino 2016). In narrativa ha dato alle stampe «Vaghe stelle» e altri racconti (Genesi, Torino 2012), premio speciale della critica “Thesaurus” 2012.
«Ai polemici saggi critici di Periferia centrale (Levante, Bari 1990) hanno fatto seguito l’antologia La poesia in Puglia (Forum, Forlì 1994, con D. Giancane); il saggio Puglia: una poesia di frontiera (in Vertenza Sud, Besa, Nardò 2001, a cura di Giancane), le Integrazioni alla “Letteratura del Novecento in Puglia” («La Vallisa», n.82-83, 2009) e Per una storia della poesia italiana contemporanea in Puglia («La Vallisa», n. 98-99, 2014)».
Premio della Cultura della Presidenza del Consiglio 1986, nel 2006 ha partecipato, come autore italiano invitato, al 43° International Meeting of Writers di Belgrado. Alcuni suoi articoli, racconti e poesie sono stati tradotti in serbo, croato, spagnolo, albanese, sloveno, francese, inglese, latino e polacco. Ha scritto oltre duecento lavori di critica letteraria, storia, etnografia, dialettologia e linguistica e centinaia di articoli in quotidiani italiani, svizzeri e jugoslavi.
 
 
 
   
     
       
         
         
         

 

Precedente

Successivo